Consiglio Regionale Ordine Assistenti Sociali Lazio

Coordinamenti Provinciali

Spazio 5 x mille

Cerca

Ordine Assistenti Sociali Lazio ORDINE
ASSISTENTI
SOCIALI

Consiglio Regionale del Lazio

 

 

L’Ordine Professionale non è un organo politico, né sindacale, né un’associazione professionale, ma un’istituzione prevista dall’art. 2229 del Codice Civile , un Ente Pubblico Non Economico. E’ nato con la legge 84 del 1993, che ci ha riconosciuto lo status di professione intellettuale e aperto conseguentemente la strada ai successivi riconoscimenti del percorso universitario e contrattuale.

Il Consiglio è costituito da colleghi eletti per quattro anni, che devono per legge svolgere determinate funzioni, previste dal D.M. 615 del 1994.

L’articolo 2229 del Codice Civile recita:

"la legge determina le professioni intellettuali per l’esercizio delle quali è necessaria l’iscrizione in appositi albi…". "L'accertamento dei requisiti per l'iscrizione negli albi e il potere disciplinare sugli iscritti sono demandati alle associazioni professionali sotto la vigilanza dello Stato".

Il nostro come tutti gli altri Ordini esiste quindi prima di tutto per tutelare il cittadino, che ha diritto ad avere una prestazione professionale di qualità, ovvero alla certezza che l’assistente sociale a cui si rivolge:

  1. abbia conseguito l’abilitazione all'esercizio della professione;
  2. non sia stato radiato dall'albo o condannato, con sentenza passata in giudicato, per un reato che comporta l'interdizione dalla professione.

Per effetto del citato decreto, l’Ordine garantisce al cittadino che, se il professionista "si rende colpevole di abuso o mancanza nell'esercizio della professione o tiene un comportamento non conforme alla dignità professionale" gli verranno inflitte le sanzioni previste dalla legge.

L'Ordine vive della sola quota d’iscrizione, che è obbligatoria per esercitare. In particolare il nostro Ordine Regionale non ha una cassa previdenziale, né enti collegati per specifiche funzioni promozionali da cui trarre sponsorizzazioni. Inoltre devolve come gli altri per regolamento una consistente percentuale al Consiglio Nazionale, perché svolga le funzioni che gli sono proprie.

Malgrado ciò ciascuno dei Consigli Regionali del Lazio che si sono susseguiti hanno fatto sempre molto di più di quanto richiesto dalla legge, in un’ottica europea, che vede queste istituzioni a tutela anche dei processi di formazione ed aggiornamento professionali.

Per saperne di più vai a vedere la sintesi del lavoro annuale svolto, sempre nel nostro sito di servizio, www.oaslazio.it.

 

Il Consigliere Segretario

a.s.s. Marco Bielloni

 

 

Ordine Assistenti Sociali - Consiglio Regionale del Lazio
via Ippolito Nievo 61 - 00153 ROMA
tel. 06 588 22 13 - fax 06 58 33 43 57
www.oaslazio.it - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito utilizza cookies necessari alla navigazione e funzionali all’erogazione del servizio come specificato nella cookie e privacy policy.

Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie cliccando sul tasto "Ok, acconsento"

Pubblicazione delle Tesi meritevoli in Servizio Sociale

La comunità professionale si interroga sul post Covid

Il Codice in pillole...

Servizi per gli Iscritti

Ass. Assistenti Sociali per la Protezione Civile

 

 

Consiglio Territoriale di Disciplina

Amministrazione Trasparente

Coordinatore Sito Web:

Assistente Sociale
Dott. Alex ARDUINI